CONSULENZA AMBIENTALE E IN MATERIA DI RIFIUTI

La normativa in vigore definisce i rifiuti come “qualsiasi sostanza od oggetto… di cui il detentore si disfi o abbia deciso o abbia l’obbligo di disfarsi”. La puntuale e corretta gestione dei rifiuti aziendali è un preciso obbligo penalmente presidiato.

E’ un’attività complessa che non ammette improvvisazione o pressapochismo.

In base ad origine e caratteristiche, si distinguono rifiuti urbani, rifiuti speciali, rifiuti pericolosi e rifiuti non pericolosi. Sono tra gli altri tenuti alla compilazione del Registro di carico e scarico rifiuti: le imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi, gli imprenditori agricoli di cui all’art. 2135 CC con un volume di affari annuo superiore a euro 8.000, le imprese e gli enti produttori di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, lavorazioni artigianali, attività di recupero e smaltimento di rifiuti.

Il servizio prevede la nostra consulenza e Formazione in materia di Gestione dei rifiuti finalizzata alla verifica della corretta classificazione dei rifiuti aziendali, della corretta compilazione del Formulario di identificazione dei rifiuti, della corretta compilazione del Registro di Carico e Scarico dei rifiuti, della corretta gestione dei Depositi temporanei e di tutti gli altri aspetti riguardanti la regolare gestione dei rifiuti aziendali.

Riferito a: tutte le imprese tenute alla compilazione del Registro di carico e scarico rifiuti.

Modalità di erogazione: il nostro esperto ambientale, presso sede aziendale effettua l’audit e rilascia formazione al personale.

Aggiornamento: audit annuale (consigliato).

Riferimenti normativi: D.Lgs. 152/2006

DENUNCIA ANNUALE DEI RIFIUTI, MODELLO UNICO DICHIARAZIONE AMBIENTALE (MUD)

I soggetti obbligati alla Denuncia annuale dei rifiuti, entro i termini stabiliti per legge (30 aprile), provvedono alla presentazione del Modello Unico di Dichiarazione Ambientale (MUD), relativo alla movimentazione dei rifiuti effettuata l’anno precedente a quello di presentazione. I soggetti obbligati alla presentazione del Modello Unico di Dichiarazione Ambientale sono, tra gli altri, i produttori di rifiuti pericolosi ed i produttori di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, artigianali e di trattamento delle scorie con più di 10 dipendenti.

Il nostro servizio prevede l’elaborazione del MUD conformemente alla vigente normativa e la contestuale verifica della corretta compilazione del Registro di carico scarico dei rifiuti.

Riferito a: tutte le imprese tenute alla Denuncia annuale dei rifiuti.

Modalità di erogazione: il nostro esperto ambientale acquisisce tutta la documentazione aziendale inerente la gestione dei rifiuti ed elabora il Modello Unico di Dichiarazione Ambientale (MUD). 

Aggiornamento: annuale, in data 30 aprile.

Riferimenti normativi: D.Lgs. 152/2006

AUTORIZZAZIONE EMISSIONI IN ATMOSFERA

L’autorizzazione è ricompresa nel procedimento di Autorizzazione Unica Ambientale (AUA).

L’Ente competente a cui indirizzare la richiesta di Autorizzazione alle Emissioni in Atmosfera è la Provincia.

Le autorizzazioni possono riguardare l’installazione di nuovi impianti, le modifiche sostanziali di impianti esistenti e/o già autorizzati, i trasferimenti di impianti esistenti e/o già autorizzati, il rinnovo dell’autorizzazione. Le autorizzazioni riguardanti l’installazione di nuovi impianti e le modifiche sostanziali di impianti esistenti e/o già autorizzati, devono essere preventive alla realizzazione del progetto allegato alla richiesta di autorizzazione.

La richiesta di Autorizzazione alle Emissioni in Atmosfera va inoltrata tramite lo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP), allegando la documentazione tecnica riguardante la descrizione del ciclo produttivo, degli impianti presenti, delle materie prime ed ausiliarie utilizzate, delle emissioni prodotte e degli eventuali sistemi di contenimento/riduzione delle stesse.

Il nostro servizio prevede il sopralluogo presso il sito da autorizzare per presa visione degli impianti da autorizzare, raccolta di tutta la documentazione e delle informazioni necessarie alla corretta gestione della pratica, la predisposizione della documentazione necessaria e l’inoltro della Richiesta di Autorizzazione alle emissioni in atmosfera.

Il servizio include inoltre il supporto per la corretta gestione della modulistica trasmessa in sede di rilascio dell’Autorizzazione: Comunicazione della messa in esercizio dell’impianto; Registro manutenzioni; Registro consumi e Registro dei controlli periodici.

Riferito a: tutte le imprese le cui emissioni in atmosfera sono soggette ad autorizzazione.

Modalità di erogazione: il nostro esperto ambientale effettua un sopralluogo in azienda per presa visione degli impianti da autorizzare e acquisire tutta la documentazione necessaria alla corretta gestione della pratica autorizzativa.

Aggiornamento: Rinnovo autorizzazione 15 anni.

Riferimenti normativi: D.Lgs. 152/2006

ANALISI EMISSIONI IN ATMOSFERA

L’Ente competente a cui indirizzare la richiesta di Autorizzazione alle Emissioni in Atmosfera è la Provincia. L’autorizzazione è ricompresa nel procedimento di Autorizzazione Unica Ambientale (AUA). Le autorizzazioni possono riguardare l’installazione di nuovi impianti, le modifiche sostanziali di impianti esistenti e/o già autorizzati, i trasferimenti di impianti esistenti e/o già autorizzati, il rinnovo dell’autorizzazione.

Il mantenimento dell’autorizzazione alle emissioni in atmosfera è subordinato al preciso rispetto degl’obblighi dall’autorizzazione stessa imposti, in particolare, dal rispetto del piano di monitoraggio, effettuando le analisi delle emissioni con la prescritta periodicità e riportandone gli esiti nel Registro dei controlli analitici. I valori di emissione degli inquinanti non devono risultare superiori ai limiti previsti dalla vigente normativa.

Il servizio prevede il campionamento delle emissioni dai camini autorizzati, effettuato da Laboratorio di analisi Certificato. Nella Relazione tecnica rilasciata, sono riportate le condizioni relative al campionamento effettuato, garantendone quindi riproducibilità e tracciabilità.

Le analisi di laboratorio sui campioni raccolti sono valide a tutti gli effetti di legge.

Riferito a: tutte le imprese le cui emissioni in atmosfera sono soggette ad autorizzazione.

Modalità di erogazione: il tecnico di Laboratorio effettua campionamenti, in seguito ai quali il Laboratorio rilascia Relazione tecnica contenente gli esiti delle analisi effettuate sui campioni prelevati.

Aggiornamento: periodicità prescritta dall’Autorizzazione.

Riferimenti normativi: D.Lgs. 152/2006.

Hai Bisogno di Aiuto?

Scopri come possiamo aiutarti attraverso una consulenza gratuita!

Richiedila subito cliccando qui sotto!

i nostri partner